Pubblicato in Rassegna stampa

12 Feb 18 Nuovo look per l’Ecomuseo delle Acque di Ridracoli

Santa Sofia (FC). Nuovo look per l’Ecomuseo delle Acque di Ridracoli: iniziati i lavori.

“Partecipazione, condivisione, accessibilità totale ma anche divertimento sono le parole chiave della filosofia alla base del nuovo Idro”, viene spiegato dai gestori. L’Ecomuseo delle Acque di Ridracoli riaprirà sabato 10 marzo. E si presenterà ai turisti che lo visiteranno con una nuova veste.

In questi giorni, infatti, imbianchini, falegnami e architetti sono all’opera per il nuovo allestimento del Museo, che sarà rinnovato in sintonia con la nuova gestione di Atlantide e del Gruppo Maggioli con il progetto Maggioli Musei e del partner tecnologico Parallelo.

Il nuovo allestimento vedrà i visitatori più protagonisti. “La sostenibilità, i cambiamenti climatici, i servizi ecosistemici, il rapporto uomo-natura sono solo alcuni degli elementi tematici affrontati, pur mantenendo la centralità del tema della risorsa idrica cui il sistema è naturalmente vocato”.

Idro – Ecomuseo delle acque di Ridracoli, posizionato nel cuore del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, è un museo diffuso sul territorio. La sede centrale si completa infatti con la diga di Ridracoli, una sorta di museo a cielo aperto con i suoi tre poli tematici: tecnologico, paesaggistico e naturalistico, dislocati lungo il coronamento.

Aperto al pubblico nell’estate del 2004, Idro si compone di una sede centrale, nel Borgo di Ridracoli, e di stazioni tematiche: i poli tecnologico, paesaggistico e naturalistico dislocati presso l’area della diga. La sede centrale si presenta come un edificio polifunzionale e comprende diverse sale espositive dove l’acqua e il territorio sono protagonisti.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.