Pubblicato in Rassegna stampa

26 Jan 18 SACRARIO DI CIMA GRAPPA, IL PROGETTO SI RIMETTE IN MARCIA

Come riporta l’articolo di Edilizia&territorio del Sole 24 Ore dedicato al Sacrario militare sulla cima del Monte Grappa, nelle Prealpi Venete, dopo un anno in cui si è marciato al ralenti riprende il cammino il progetto per il restauro conservativo.

Un progetto che comprende la valorizzazione dell’intero complesso monumentale, con il suo grande ossario a custodia di 12.615 caduti e 10.322 ignoti e poi: gli apprestamenti militari, la Caserma Milano e la fatiscente ex base Nato.

Un complesso legato alla Grande Guerra e alla memoria dei caduti, tra i più suggestivi d’Italia, che unisce ad un’eccezionale qualità paesaggistica il grande valore della storia. Il 15 gennaio è stato pubblicato in Gazzetta l’avviso di aggiudicazione della verifica della progettazione (a Società progetto qualità Pcq).

Il progetto, da tempo giunto al livello di definizione del preliminare (consegnato il 20 ottobre 2016), è del raggruppamento composto da Politecnica Ingegneria e Architettura (capogruppo) e da società specializzate in allestimenti museali di ultima generazione come Parallelo, partner tecnologico di Maggioli Musei, il progetto del Gruppo Maggioli nato con l’obiettivo di rendere i musei più accessibili, più interattivi, più rispondenti alle esigenze del pubblico

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.