Pubblicato in Rassegna stampa

20 May 19 Palazzo Pretorio: la visita è hi-tech con Certaldo ARTAPP

Da oggi è possibile visitare il borgo medievale in modo facile ma culturalmente approfondito, grazie all’aiuto della tecnologia intelligente; basta scaricare l’APP Certaldo ARTAPP realizzata grazie al progetto ideato dal Comune di Certaldo,  Assessorato alla Cultura, e con un contributo della Fondazione CR Firenze erogato dalla Fondazione tramite il bando “Laboratori Culturali – innovazione digitale nei musei” al quale il Comune di Certaldo ha partecipato con successo in base ad uno specifico progetto.

Lo sviluppo hi-tech di Certaldo ARTAPP è stato realizzato dall’azienda fiorentina Parallelo del Gruppo Maggioli.

E’ un’applicazione per smartphone e tablet, che permette da oggi di visitare Palazzo Pretorio e dai prossimi giorni anche la Casa di Boccaccio ed i luoghi più significativi del borgo medievale, accedendo in modo facile e automatico a contenuti digitali dedicati ogni volta che ci si avvicina ad un luogo o manufatto di interesse storico artistico. Questo è possibile grazie all’interazione della applicazione con gli “ibeacon”. Si tratta di piccolissimi trasmettitori elettronici, posizionati lungo il percorso, che all’avvicinarsi dell’utente mandano direttamente all’applicazione le informazioni da visualizzare: testi, immagini, filmati. L’utente quindi non deve fermarsi per fare ricerche o selezionare cosa vedere tra le numerose cose che si possono trovare online, è direttamente la applicazione che dialogando con gli ibeacon sa dove si trova l’utente e decide cosa mostrare. Si tratta di una tecnologia innovativa a livello museale che si è affermata in epoca molto recente.

“Insieme alla realizzazione di questo progetto”ha detto l’assessore alla cultura “abbiamo realizzato anche un’infrastruttura WiFi in grado di raggiungere sia gran parte del borgo alto, che i locali interni di Palazzo Pretorio e della Casa di Boccaccio. Solo il 19% dei musei toscani (la maggior parte dei quali si concentra nelle province di Firenze e Arezzo) mette a disposizione del pubblico una connessione WiFi. Questa operazione quindi ha consentito di modernizzare il sistema museale sia come infrastrutture che come servizi rivolti all’utenza”.

Certaldo ARTAPP è disponibile gratuitamente su Play Store per dispositivi Android e in lingua italiana, ed entro fine maggio sarà disponibile anche in lingua inglese e anche su App Store per dispositivi iOS; non resta che scaricarla e sperimentare questa nuova modalità di visita.

Leggi gli articoli tratti dalla Rassegna Stampa:

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.