Pubblicato in Rassegna stampa

18 Mar 18 Riapre Idro, l’Eco Museo tra le acque di Ridracoli

LEco Museo delle acque di Ridracoli apre i battenti sabato 17 marzo con ingresso gratuito, ma soprattutto con un allestimento museale rivisitato e rinnovato.

Il colpo d’occhio è notevole. Spazi più accoglienti e luminosi, ma soprattutto il tema dell’acqua declinato attraverso l’ampio uso delle nuove tecnologie, tra schermi, giganti, realtà virtuale e postazioni interattive.

Il progetto di restyling è costato ben 260mila euro investiti dall’associazione temporanea d’impresa tra il Gruppo Maggioli e la coop Atlantide che gestiranno per sette anni tutti i servizi turistici e ricettivi alla diga di Ridracoli e dintorni.

«Il museo è in grado di offrire proposte personalizzate agli utenti commenta Mauro Villa del Gruppo Maggioli (al centro della foto) -, abbiamo realizzato il nuovo logo di idro e soprattutto punteremo ad una nuova immagine comunicativa e a nuove modalità promozionali per attirare nuovi utenti». Fin dall’inizio Idro, inaugurato nel 2004 è stato un museo moderno conseguendo nel 2006 un premio europeo in Portogallo mentre nel 2009 la Regione Emilia Romagna l’ha fregiato del titolo di museo di qualità.

La società Parallelo srl di Firenze del Gruppo Maggioli ha progettato e curato i nuovi allestimenti ed è Filippo Fineschi ad illustrare quanto realizzato: «Il tema dell’acqua è un tema mondiale e che tocca da vicino tutti gli abitanti del pianeta. Il percorso museale lo abbiamo reso più accogliente, dinamico e aggiornato alle ultime scoperte scientifiche. Grazie al server wi-fi e alla cablatura delle reti centralizzata i contenuti saranno aggiornati continuamente grazie anche alle collaborazioni con il Parco nazionale, gli altri enti e gli operatori». I lavori sono iniziati un anno fa e nella fase finale non pochi sono stati i problemi legati soprattutto al meteo con oltre un metro di neve che ha messo a dura prova le maestranze e gli operatori di Atlantide.

ACQUISTA ON LINE IL BIGLIETTO DI INGRESSO A
IDRO E DIGA DI RIDRACOLI 

 

 

 

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.