Pubblicato in Attualità

27 Nov 17 CRESCITA DEL MEZZOGIORNO: PUNTARE SUL PATRIMONIO CULTURALE DIFFUSO E SUI POLI MUSEALI REGIONALI

Il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa è un luogo simbolo per il turismo Italiano, soprattutto per quello del futuro. E’ qui infatti che si riunirono per la prima volta nell’ottobre 2015 gli Stati Generali del Turismo che portarono all’elaborazione dell’attuale Piano Strategico messo a punto dopo ampio confronto tra Ministeri, Regioni, ANCI, sindacati e associazioni di categoria”.

Sono queste le parole del Sottosegretario del Mibact, Antimo Cesaro, che ha inaugurato a Pietrarsa la Giornata di studi e la Mostra “Avellino Rocchetta, un treno dal passato al futuro”.

Questo luogo rappresenta anche un esempio di quello che l’Italia, ed il Mezzogiorno in particolare, possono offrire ad un turista che voglia conoscere il nostro Paese al di fuori dei consueti itinerari di massa: borghi suggestivi incastonati in paesaggi naturalistici mozzafiato, secolari tradizioni manifatturiere e misconosciute gemme culturali ed enogastronomiche da riscoprire anche attraverso l’utilizzo di mezzi di trasporto sostenibili come il treno e la bicicletta.

Il MiBACT è conscio di queste enormi potenzialità di crescita del comparto e, dopo aver concentrato la sua attenzione sui grandi musei e i grandi attrattori culturali, deve ora necessariamente puntare sulla valorizzazione del patrimonio diffuso e sulle località minori, partendo proprio da un’attenzione particolare per i nostri Poli Museali regionali. E’ una sfida ambiziosa – ha concluso Cesaro – che implica una stretta sinergia con i privati e gli enti locali per fare del turismo, nel medio-lungo termine, la più importante leva di crescita economica e di occupazione dell’Italia”.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.